Categorized | Articoli, News

I disturbi dell’apparato digerente: le prime vie digestive

VIEST Hotel; Via U. Scarpelli, 41 – 36100 Vicenza

Mercoledì 10 Giugno 2020

Scarica il programma

Iscriviti Online »»

Molti pazienti si rivolgono al farmacista con sintomi pertinenti all’apparato gastroenterico. Una decisione competente sulle decisioni da intraprendere spetta come primo approccio al farmacista che può orientare alla risoluzione con stili di vita, prodotti da banco o inviare al medico curante per i necessari approfondimenti diagnostici.

I disturbi delle prime vie digestive sono principalmente rappresentati dalle patologie esofagee e gastroduodenali. Negli ultimi anni si riconoscono con sempre maggior frequenza pazienti con reflusso gastroesofageo, anche se la diagnosi di conferma non sempre viene fatta sulla base di una esofagogastroduodenoscopia. Spesso sia la diagnosi che la terapia proposta si basano su segni indiretti (rilevati frequentemente dallo specialista Otorinolaringoiatra) con la possibilità che sfuggano cause diverse e rilevanti, come ad esempio una gastrite sostenuta da una infezione da Helicobacter Pylori, o altre patologie, per i disturbi avvertiti dal paziente.

La malattia da reflusso gastroesofageo sembra affliggere circa il 10-20% della popolazione in Europa essendo meno frequente nelle popolazioni asiatiche.

La correzione dello stile di vita ed alimentare, in primis, e le terapie farmacologiche sintomatiche rappresentano i primi rimedi da consigliare in attesa di una precisa definizione diagnostica.

La frequenza dell’ulcera gastrica e duodenale, invece, si é considerevolmente ridotta a rari eventi dopo l’avvento dei farmaci H2 antagonisti e inibitori di pompa protonica.

L’evento è riservato a FARMACISTI.

Share

Comments are closed.