Progetto ARCIPELAGO

Arcipelago è un progetto «culturale» che sostiene e favorisce il cambiamento dell’assistenza delle cure primarie e si basa sul coinvolgimento di un team composto da Medici di Medicina Generale, Infermieri e collaboratori di studio appositamente formati.

PREMESSA

IL NUOVO PANORAMA DELLA MEDICINA GENERALE

La realizzazione della legge Balducci, nelle varie regioni, ha trovato interpretazioni semantiche ed organizzative che ne hanno resa disomogenea la vera applicazione.
Nella Regione del Veneto, a seguito del piano di riordino delle cure primarie, inserito nel piano socio sanitario regionale (LR n. 23 del 29/06/2012), è stato dato un grande impulso alle Medicine di Gruppo Integrate (MGI) ponendo, come base contrattuale aggiunta all’Accordo Collettivo Nazionale, il Contratto di esercizio (DGR 953/2013). I piani di sviluppo seguenti, ed in particolare il nuovo piano socio sanitario 2019-2023, sfumano la definizione strutturata delle medicine di gruppo.

L’intento è quello comunque di costruire un nuovo efficiente sistema di presa in carico della cronicità e di nuova assistenza al paziente territoriale migliorando l’offerta assistenziale.

VENETO E SOSTENIBILITÀ DEL PROGETTO DI RIORDINO DELLE CURE PRIMARIE

Il finanziamento del progetto ha una caratura elevata e sicuramente rappresenta un investimento destinato alla riduzione dei re-ricoveri, degli accessi inappropriati al pronto soccorso, alla presa in carico dei pazienti complessi.

La cornice che sta contenendo questo cambiamento, è comunque non esente da vivaci discussioni che coinvolgono la Regione del Veneto e la Medicina Generale.

L’aspetto legato alla sostenibilità del progetto di riordino risente di interpretazioni, non sempre congruenti con la correttezza procedurale dei sistemi di governance, che hanno messo in dubbio la reale utilità di questo cambiamento in atto.

Ci si è resi conto della necessità che la medicina di famiglia non restasse sempre “alla finestra” ad osservare chi, nel bene e nel male, parlasse di dati, organizzazione e caratteristiche delle medicine di gruppo e dei pazienti di riferimento. Si è quindi progettata un’attività di supporto alle informazioni utili alla precisa analisi dell’attività del MMG in MGI, in modo tale che non si fosse mai disgiunti dalla real life.

L’accountability rappresenta infatti, non solo un dovere per la medicina generale, ma una scelta della Scuola Veneta di Medicina Generale.

DESCRIZIONE GENERALE

Alla luce delle considerazioni declinate, nel dibattito scientifico all’interno della medicina generale, in SVeMG è nata l’idea di sostenere questo cambiamento non solo con enunciati di massima o dichiarazioni, ma concretamente attraverso un ambizioso progetto che tenesse conto di tutte le variabili legate al nuovo sviluppo delle cure primarie.

Questo avrebbe dato una logica di preparazione del pabulum organizzativo e culturale su cui poi ottenere le informazioni relative alla concreta applicazione di quanto contenuto nel progetto.

Il nome arcipelago nasce dal concetto metaforico di “isole”, appunto le medicine di gruppo integrate e non, vicine ma spesso non collegate come standardizzazione organizzativa, contenuti clinico assistenziali e produzione di dati/informazioni. La visione di arcipelago considera l’insieme di tutte le variabili connesse allo sviluppo delle cure primarie, rivolgendo lo sguardo, e quindi la progettualità su svariati argomenti come ad esempio:

La figura soprastante rappresenta il progetto Arcipelago nelle sue costituenti principali.

Tutti i medici che fanno parte delle MGI coordinate nel progetto “Arcipelago”, che usano il gestionale “Millewin”, nel cui contratto è compreso anche “MilleGPG”, possono vedere in ogni momento il monitoraggio di tutti gli indicatori previsti dal Contratto di Esercizio più tutti quelli previsti dalla SIMG nazionale. La consultazione è di grande interesse poichè testimonia gli obiettivi raggiunti dalle MGI che hanno seguito i percorsi formativi che abbiamo già avviato per sostenere la loro attività. 

Il progetto Arcipelago rappresenta quindi un processo culturale multifocale applicato allo sviluppo delle cure primarie in particolare riferimento alle Medicine di Gruppo Integrate, fornendo, ai Medici di Medicina Generale del Veneto, trasmissioni di contenuti legati a:

  • sapere
  • saper fare
  • saper essere

che sono pilastri fondamentali della formazione efficace.

LE ATTIVITA’ FORMATIVE

Il progetto si è già sviluppato progettando una serie di eventi formativi, molti dei quali già realizzati, altri in programmazione.

Quanto già realizzato:

  • Le criticità applicative dei PDTA regionali (BPCO e diabete) in un campione di MGI
  • Il management organizzativo-gestionale nelle MGI
  • Percorsi formativi e di audit su:
    • presa in carico e gestione dei pazienti in trattamento anticoagulante orale,
    • presa in carico e gestione dei pazienti affetti da BPCO,
    • audit sull’individuazione e gestione dei pazienti con scompenso cardiaco
    • audit sulla presa in carico e gestione dei pazienti affetti da diabete tipo 2
  • Formazione del personale infermieristico delle MGI

Quanto in prossima programmazione:

  • Formazione del personale di segreteria delle MGI
  • Il management relazionale
  • La gestione del tempo in MGI
  • Accuratezza registrativa e SW gestionali clinici

LE ADESIONI AL PROGETTO ARCIPELAGO

Alla data del 30 maggio 2019 sono inserite nel progetto Arcipelago 23 Medicine di Gruppo Integrate, per un totale di 234 Medici di Medicina Generale e circa 70 infermieri (da confermare il numero esatto), per un bacino di utenza di circa 284.000 cittadini. Le adesioni coinvolgono tutte le province del Veneto.

Sono attualmente in definizione ulteriori adesioni al progetto.

Share